Blog

Credibly reintermediate backend ideas for cross-platform models. Continually reintermediate integrated processes through technically sound intellectual capital.
176239160_4124088514289438_8903726512441718874_n.jpeg

Aprile 25, 2021 Studio Medico Pagella

Il trattamento con tossina botulinica elimina le rughe del volto e del collo in modo efficace e con un’azione dolce e sicura.

Utilizzato in medicina da oltre 35 anni, il botulino è un farmaco assolutamente sicuro e rappresenta la prima metodica non chirurgica in campo medico estetico.

Come agisce: La tossina botulinica di tipo A è l’unico farmaco in grado di ridurre in modo efficace le rughe di espressione, perché agisce per mezzo di aghi finissimi in un particolare muscolo mimico, inibendo la trasmissione degli impulsi nervosi al muscolo stesso, andando quindi ad attenuare le rughe e i solchi presenti sul viso.

Il vantaggio è duplice: 1) correzione del solco già presente 2) prevenzione di nuovi segni

Indicazioni: Rughe e solchi glabellari(tra le sopracciglia)

rughe frontali “di espressione”

rughe ai lati degli occhi (zampe di gallina)

rialzamento della coda del sopracciglio o “lifting chimico”

rughe verticali del contorno labbra (codice a barre)

rughe del collo (collane di Venere e corde platismatiche)

iperidrosi, cioè eccessiva sudorazione di mani, piedi e ascelle. Il botulino, infatti agisce anche sulle ghiandole sebacee e sudoripare limitando la sudorazione eccessiva. Il risultato è immediato e dura per molti mesi, effettuandolo prima del periodo estivo i risultati si potranno percepire molto di più.

Come eseguo il trattamento: Il trattamento è molto veloce (10-15 minuti), consiste nell’iniezione di piccolissime quantità di botulino, direttamente nel muscolo responsabile della formazione della ruga da trattare.

Il Botox non presenta interazioni con altri trattamenti estetici come peeling chimici, laser o filler e al termine della seduta è possibile ritornare immediatamente alle proprie attività.

Risultati: amatissimo da chi l’ha provato, permette di attenuare in modo omogeneo i solchi e le rughe di espressione, mettendo in risalto i lineamenti del volto.

I primi effetti appaiono a partire da 3-5 giorni, mantenendo i risultati per un periodo di circa dai 4 ai 6 mesi, a seconda della tossina botulinica utilizzata, dopo i quali è possibile ripetere il trattamento. Dopo ripetute somministrazioni, la paziente stessa può non sentire l’esigenza di ripeterlo. Il trattamento con botulino ha il pregio di sollevare i solchi delle rughe in modo progressivo rendendoli sempre meno visibili, per tale motivo spesso è sufficiente una singola seduta annuale di mantenimento.

Nelle 48 ore successive al trattamento occorre evitare di esporre l’area trattata a fonti calore come sole, lampade abbronzanti, sauna, bagno turco per evitare che la vasodilatazione indotta dal calore possa far migrare la tossina in una sede non richiesta; evitare quindi anche indumenti che costringano la zona delle tempie e fronte (cappelli, occhiali, fasce).


166664058_4058769207488036_1331830108612460203_n-1200x800.jpeg

Aprile 20, 2021 Studio Medico Pagella

La Crio Laser Foresi è una terapia innovativa e indolore che permette di trasportare il farmaco dall’esterno dell’organismo all’interno senza ricorrere all’uso di aghi per infiltrazione.

Qualsiasi tipo di farmaco in forma liquida può essere trasportato nei siti che necessitano di un ‘ applicazione localizzata.

Il fatto di non infiltrare il paziente usando l’ago ci permette di trattare tutti i pazienti che sono in terapia anticoagulante, evitando di incorrere in sanguinamenti non desiderati.

La Crio Laser Foresi utilizza un particolare meccanismo in cui il farmaco inserito in un apposito crio-applicatore, viene congelato e successivamente accoppiato ad una sorgente laser da cui riceve l’energia necessaria per penetrare la barriera cutanea e

trasportare le molecole di principio attivo in profondità a raggiungere le sedi di impiego.

Vantaggi

Rapidità di assorbimento dei farmaci: 15-20 minuti per raggiungere il tessuto bersaglio .

A traumatico: applicazione non invasiva e indolore.

Alta capacità di penetrazione: fino a 6 cm di profondità.

Alta permanenza nei tessuti

I rischi e le controindicazioni sono minime : eventuali allergie ad alcuni farmaci , gravidanza specie se l’applicazione è diretta nell’area addominale.

 

Ambiti di utilizzo

I campi di utilizzo di questa tecnica sono innumerevoli.

La possibilità di diffondere i differenti farmaci , alla profondità programmata nei tessuti da trattare che possono essere tendini, ossa, cartilagine, muscoli e cute , fa sì che , oltre ad ottenere un’azione antalgica e antinfiammatoria con una remissione dei traumi acuti pari al 99% e miglioramenti clinici evidenti nelle patologie croniche, quali ad esempio artrosi e lombalgie nel 85% dei casi , si possa determinare anche un’azione vasoprotettrice, rigenerativa dei vasi sanguigni e trofico metabolica .


liposuzione-non-chirurgica.jpg

Marzo 31, 2021 Studio Medico Pagella

La “intralipoterapia” è un trattamento ambulatoriale non chirurgico tra i più efficaci per trattare gli accumuli localizzati di grasso ed utilizza una molecola la Fosfatidilcolina (PPC) estratta dalla lecitina di soia con associato il sodio desossicolato.

Azione: il sodio desossicolato sembra essere il principale responsabile dell’azione adipocitolitica a livello delle cellule adipose; l’azione propria della fosfatidilcolina si esplica successivamente solubilizzando i grassi e promuovendone la metabolizzazione e l’eliminazione attraverso il torrente circolatorio.

Indicazioni: E’ consigliata alle persone che non vogliono o possono sottoporsi alla liposuzione o alle sue varianti (liposcultura, criolipolisi, cavitazione…). Può essere consigliata anche dopo liposuzione per perfezionare il risultato (o per mantenerlo in alcuni casi). I migliori candidati sono tutti quei pazienti che presentano adiposità localizzate che non rispondono alla dieta e all’esercizio fisico.

Indicata per: adiposità localizzata addominale, maniglie dell’amore, coulotte de cheval, regione sotto glutea, interno cosce e ginocchia, braccia, doppio mento.

Non è adatta per trattare l’obesità e il sovrappeso prima di aver intrapreso una dieta.

Può essere abbinata a trattamenti specifici per la cellulite, come la mesoterapia, un altro disturbo che si associa frequentemente agli accumuli adiposi, infatti uno dei vantaggi della intralipoterapia è la tonificazione della cute sottostante l’adipe.

Tecnica: Mediante un piccolo ago s’inietta la sostanza nel sottocute a livello della zona di adiposità localizzata precedentemente delimitata con matita dermografica. La sostanza iniettata provoca la rottura delle cellule adipose a cui segue una risposta infiammatoria. Durata circa 30 minuti.

Trattamenti: 1 al mese per 4 volte, massimo 10 sedute per accumuli estesi. Le sostanze di scarto prodotte dalla rottura delle cellule adipose vengono smaltite per via renale e fecale, quindi bere molto nei giorni successivi per aiutare l’organismo a eliminare i prodotti derivati dalla lipolisi, utile dopo circa 7 gg un linfodrenaggio manuale per drenare i liquidi nel sistema linfatico.

Minimi effetti post trattamento come bruciore, gonfiore, piccoli ematomi e sensazione di indolenzimento dell’area trattata che vanno a scomparire nel giro di qualche giorno.

Restrizioni dopo il trattamento: Per i primi 2-3 giorni dopo il trattamento si consiglia di evitare l’attività fisica vigorosa ed in generale l’esercizio fisico. Assolutamente controindicati: sauna, solarium, sole diretto, acqua calda e massaggi.

Quando si vedono i primi risultati? Generalmente i primi risultati sono visibili a partire dalla quarta settimana dopo il trattamento. L’area trattata può apparire gonfia per le prime settimane; tale gonfiore è ovviamente temporaneo. Man mano che l’organismo elimina le scorie e gli scarti si ha un miglioramento (tempi necessari a smaltire l’infiammazione).

Il trattamento elimina permanentemente le cellule adipose.

Il risultato è definitivo, una volta eliminato il grasso questo non si ripresenterà, a patto di mantenere uno stile di vita sano senza importanti variazioni di peso.

Controindicazioni: Gravidanza, allattamento, insufficienza epatica e/o renale, allergia alla soia, diabete, immunodepressione, disturbi della coagulazione.


Peeling-1200x800.jpg

Marzo 31, 2021 Studio Medico Pagella

Lo strato superficiale della pelle è soggetto a diversi attacchi esterni come i raggi solari, lo smog e detergenti vari, che vanno a sommarsi ai normali processi di invecchiamento dovuti al passare del tempo.

In questo scenario, la pelle assume un aspetto opaco e spento, diventa ruvida al tatto, i pori appaiono più dilatati e la quantità di grasso prodotto dalle ghiandole aumenta, facendo apparire grassa anche una pelle in secca.

Ecco perché la soluzione migliore per riacquistare la bellezza della pelle del tuo viso è Il peeling.

Un Trattamento Unico che in base al tipo di cute e al risultato richiesto, induce un’esfoliazione controllata dell’epidermide e dello strato superiore del derma eliminando le cellule morte dello strato corneo.

Un processo che permette la rigenerazione della pelle e degli strati superficiali del derma, promuovendo una “nuova pelle” dall’aspetto più luminoso, più tonico e meno rugoso.

Il risultato è una pelle più rosea e sottile, più luminosa e liscia. Un viso più fresco e giovane dall’aspetto più sano e riposato.

 

Peeling viso e corpo

Le indicazioni del peeling

Esistono peeling diversi per esigenze diverse, sempre con l’obiettivo di correggere specifici problemi della pelle:

  • L’aspetto delle prime rughe
  • L’alterazione della texture della pelle con una carnagione opaca o irregolare, i pori dilatati
  • Problemi di pelle legati alla sovraesposizione al sole
  • Problemi di pigmentazione della pelle, macchie cutanee, discromie
  • Problemi di acne e cicatrici correlate

Le aree da trattare:

Il volto, il collo e le mani sono tendenzialmente le zone più trattate.
Queste aree particolarmente esposte al sole mostrano sono le prime a mostrate gli iniziali segni di invecchiamento della pelle.

I tipi di peeling

  • Peeling superficiale
  • Peeling medio

Il peeling superficiale

Aiuta a levigare la pelle e ottenere una rapida spinta rigenerativa senza rinuncia alla vita sociale.
Il peeling superficiale è ideale per le pelli giovani o non troppo mature, in mancanza di elasticità della pelle, in presenza di irregolarità cutanee o di iper pigmentazioni.
Successivamente la pelle è leggermente rosa ed è possibile la ripresa immediata delle attività sociali.
In genere sono richieste almeno 4 sedute a distanza di una settimana dall’altra.

Il peeling medio

Il peeling medio consente un’esfoliazione più profonda rispetto a quella indotta dal peeling superficiale.
Preferiamo questo tipo di peeling in caso di una pelle più matura, con discromie più importanti o per chi disidera un risultato più importante.
È usato per migliorare l’incarnato e l’aspetto generale della pelle, per rimuovere macchie brune e per ridurre le rughe superficiali dell’epidermide.

 

Il peeling medio è effettuato applicando l’acido tricloroacetico (TCA) al 30%. Il prodotto viene applicato tramite un pennellino e viene lasciato agire finché non diviene evidente l’effetto frosting (sbiancamento della cute). A questo punto viene applicata una soluzione neutralizzante per fermarne l’azione. Nell’immediato la pelle apparirà arrossata come dopo un’esposizione prolungata al sole.

 

Dopo un peeling medio, si osserva una vera esfoliazione della pelle per alcuni giorni (con il picco tra il 3° ed il 5° giorno). In questa fase è importante applicare più volte al giorno una crema specifica insieme ad una protezione solare. La crema solare a protezione alta è da applicare con regolarità (almeno due volte al giorno) per un mese a partire dal giorno del trattamento.

Tra i peeling più diffusi vediamo il peeling acido mandelicopeeling acido glicolicopeeling acido salicilico, peeling acido tricloroacetico, peeling acido piruvico.

 

Controindicazioni al peeling

  • Gravidanza
  • Herpes in fase attiva
  • Malattie degenerative della pelle
  • Uso di Isoretinoide
  • Alto fototipo (per peeling medio)

 

Da ricordare: il Peeling chimico

  • Esfoliazione della pelle in seguito all’applicazione di sostanze chimiche
  • Rigenerazione della pelle (nuova pelle)
  • Migliora l’incarnato e l’aspetto dei pori
  • Trattamento di macchie, acne e rughe superficiali
  • Viso, mani, décolleté
  • Peeling superficiale: pelle più rosea e radiosa
  • Peeling medio: desquamazione visibile con picco tra il 3° ed il 5° giorno
  • Nessuna esposizione al sole prima o dopo il trattamento

Skills-fototerapia-biotron.jpg

Marzo 21, 2021 Studio Medico Pagella

La fototerapia Bioptron è un sistema di terapia medica con la luce, approvato dall’EU e utilizzato con successo in vari ospedali e cliniche di tutto il mondo per la risoluzione di vari disturbi e patologie. Bioptron utilizza lo spettro pieno di colori della luce naturale del giorno (senza ultravioletti). Bioptron è completamente sicuro e privo di effetti collaterali. La luce in questa forma produce uno stimolo intenso e diretto a favore dei processi biologici (fotobiostimolazione) che aiutano l’organismo a rigenerare, riequilibrare e quindi guarire sé stesso. Esiste una Cromoterapia Bioptron nella quale, con speciali filtri colorati, la luce viene posta su uno o più dei 7 chakra principali, che sono centri energetici ai quali corrispondono organi e ghiandole endocrine, in modo da ristabilire l’equilibrio perduto sia a livello fisco, mentale e spirituale.

Cosa tratta la Luce Bioptron

  • La fototerapia Bioptron è usata con successo per trattare: problemi cutanei come acne, eczema, herpes simplex e h. zoster
  • Nella cosmesi per rughe, linee sottili, tono della pelle e riduzione delle cicatrici, couperose
  • Riduzione del dolore da artrite reumatoide, artrosi, gotta
  • Ustioni di 1° e 2° grado, ferite chirurgiche e da trauma, gengiviti
  • Ulcere degli arti inferiori, piaghe da decubito e piede diabetico
  • Lesioni sportive, lesione dei tessuti molli (tendiniti, epicondiliti, distorsioni e stiramenti muscolari)
  • Stati di stress, disturbo affettivo stagionale (depressione invernale)

Si consigliano uno o due trattamenti alla settimana, per più settimane






Copyright Studio Medico Pagella 2021



Copyright Studio Medico Pagella 2021